Da-a.it
Tutte le news dalla A alla Z ▻benessere, casa e web.

Valutare una casa prima di venderla: quali aspetti considerare?

1

Prima di vendere una casa è necessario valutare diversi aspetti, per poter definire un prezzo equo e per poter massimizzare la vendita. Soltanto in questo modo sarà possibile raccogliere un budget idoneo per l’acquisto di un altro immobile, o per coprire l’investimento iniziale, evitando così di andare in perdita e registrando un attivo. Ci sono vari elementi che devono essere studiati con attenzione, e noi oggi scopriremo i migliori consigli per riuscirci.

Rivolgersi ad un professionista

Per prima cosa, è fondamentale far eseguire una valutazione professionale da un tecnico qualificato, in grado di analizzare tutte le caratteristiche dell’immobile e di redigere una stima del suo valore reale. È bene precisare che anche Internet consente un’operazione del genere: basta infatti visitare la pagina delle valutazioni case online con Tecnocasa, giusto per fare un esempio concreto. Questo aiuterà a capire quanto vale la casa sul mercato attuale, così da fissare un prezzo all’altezza delle aspettative.

L’ubicazione dell’immobile

Uno dei fattori più importanti da considerare, per determinare il prezzo di una casa, è la sua posizione geografica. Il valore di un immobile sarà influenzato dalla sua vicinanza a servizi come scuole, parchi e trasporti pubblici. Anche l’appetibilità del quartiere gioca un ruolo importante nel determinare il prezzo della casa, e qui si valuteranno fattori come la sicurezza, la posizione in città, la vita notturna e altro.

Dimensioni, stanze e servizi

Le dimensioni di una casa rappresentano ovviamente un elemento chiave, quando si cerca di definire il prezzo di vendita di un immobile. A parità di condizioni, una casa più grande sarà in genere più costosa di una più piccola, ma ciò dipende sempre dalla città e dalle variazioni del mercato immobiliare. Anche il numero di camere da letto e di bagni influisce sul prezzo della casa, poiché si tratta di caratteristiche che i potenziali acquirenti valuteranno con attenzione.

Età dell’immobile

La “carta d’identità” di un immobile pesa moltissimo sulla definizione del prezzo di vendita e del suo valore complessivo. Una casa più recente sarà in genere più costosa di una più vecchia, soprattutto perché gli acquirenti non dovranno spendere cifre importanti per la ristrutturazione. Naturalmente esistono anche delle eccezioni: una casa vecchia in un quartiere di lusso o molto centrale costerà di più, rispetto ad una casa nuova in periferia.

Condizioni strutturali

Una casa ben tenuta si venderà ad un prezzo superiore, ancora una volta per la mancata esigenza di intervenire con riparazioni massicce e ristrutturazioni invasive. Di solito questo fattore viene analizzato da uno specialista, che si occuperà di valutare le condizioni strutturali dell’immobile, evidenziando gli aspetti che non vanno e che possono incidere in negativo sul prezzo di vendita. Inoltre, se la casa è attrezzata con infissi termoisolanti e con il cappotto termico, ciò aggiungerà valore all’immobile, per via di una classe energetica superiore. In sintesi, l’acquirente sarà disposto a spendere di più, perché sa che risparmierà sui consumi energetici e sulle bollette. Non a caso, questo è uno dei fattori in assoluto più importanti, quando si vende un immobile.

Potrebbe piacerti anche