Da-a.it
Tutte le news dalla A alla Z ▻benessere, casa e web.

Come rassodare la pancia

51

La pancia è da sempre stato uno dei punti deboli di donne e uomini. Quando tendiamo a prendere qualche chilo la zona del corpo che ne risente di più è sicuramente l’addome, in quanto il grasso addominale è proprio quello che risponde maggiormente agli stimoli ormonali. Ma avere una pancia piatta e soda non è impossibile: basta infatti seguire alcune regole molto semplici e pratiche per vedere i primi risultati.

Non pensare però che sia sufficiente fare qualche esercizio. Se vuoi migliorare l’aspetto della tua pancia e vederla subito più soda e scolpita sarà necessario agire su diversi aspetti: oltre agli esercizi vedremo come anche l’alimentazione può esserci di grande aiuto così come l’elettrostimolazione e l’utilizzo di specifici integratori.

Gli esercizi giusti

Una pancia soda si ottiene senza dubbio facendo lavorare i muscoli addominali in maniera da renderli forti e resistenti. Forza e resistenza si allenano solo con un esercizio costante e mirato, ma non fare l’errore di buttarti subito a capofitto su allenamenti duri e sfiancanti. Per ottenere buoni risultati devi prima di tutto perdere il grasso in eccesso sull’addome e per farlo sarà necessario seguire una dieta equilibrata povera di zuccheri.

Una volta fatto questo puoi dedicarti agli esercizi.

Per gli addominali alti sdraiati a terra e mantieni le gambe con angolo di 90° (se non riesci per le prime volte puoi anche poggiarle su una sedia): quindi con le mani dietro la testa ed i gomiti aperti solleva il busto contraendo i muscoli addominali, senza piegare mai il collo. L’esercizio è da ripetere per almeno 30 volte.

Per gli addominali bassi mantieni la posizione a terra, ma stavolta stendi le gambe: alza i piedi qualche centimetro da terra, mantenendoli sempre piuttosto bassi e senza che poggino per terra, eseguendo un movimento “a forbice”. Esegui questo movimento per un minuto.

Per gli addominali obliqui, sempre a terra, piega le gambe e metti le mani dietro la testa tenendo i gomiti aperti. Sollevando il busto, senza piegare il collo, cerca di raggiungere e toccare il ginocchio con il gomito opposto. Esegui l’esercizio 30 volte per lato.

Gli elettrostimolatori

Gli elettrostimolatori possono davvero fare la differenza nel caso di un addome rilassato che ha bisogno di riacquistare tonicità. Ma non tutti gli elettrostimolatori sono uguali: se vuoi beneficiare degli effetti rassodanti di un elettrostimolatore devi accertarti che quello che stai acquistando preveda tra le sue funzionalità uno o più programmi per rassodare muscoli e tessuti. Scopri come scegliere l’elettrostimolatore giusto sul sito elettrostimolatoreclick.com.

Gli integratori da preferire

Oltre a seguire un’alimentazione adeguata, ovvero povera di zuccheri, cibi salati e bevande gassate, è bene anche ricorrere all’uso di alcuni integratori che possono sicuramente amplificare i risultati dell’esercizio fisico.

Al risveglio: quando sei ancora a stomaco vuoto assumi del succo d’aloe. E’ un vero toccasana perché agisce come antinfiammatorio e depurativo, liberando l’apparato digerente da accumuli e scorie.

A colazione: un ulteriore effetto depurativo si può avere a colazione, grazie al tè verde, che può essere profumato con chiodi di garofano o zenzero. Mentre bevi il tè sarebbe l’ideale assumere una compressa di cromo, che ha la funzione di limitare la formazione del grasso addominale.

Nel pomeriggio: alcuni integratori, come la griffonia, vanno invece assunti a metà pomeriggio in quanto aiutano a tenere sotto controllo gli attacchi di fame, molto frequenti in questa parte della giornata. La griffonia, come tutti gli integratori, è facilmente reperibile in farmacia o erboristeria.

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy