cosa sapere per costruire una piscina
Casa

Tutto quello che devi sapere per costruire una piscina

Ha intenzione di costruire una piscina e non sai da dove iniziare? Continua a leggere l’articolo per avere alcune indicazioni di massima su come muoversi per rinfrescare le tue giornate estive!

Una recente ricerca di eBay ha effettuato uno studio sul modo in cui viene vissuta l’estate dagli italiani, e il 27% di essi ha dichiarato che non sarebbe disposto a rinunciare ad una piscina.

Lo stesso studio ha rivelato che l’anno scorso in Italia è stato acquistato un idromassaggio o una piscina ogni 5 minuti.

L’Italia è la nazione europea che ha più piscine private; a livello di regione la maggior parte si trovano nel Lazio, a seguire Toscana e Lombardia.

Ma costruire una piscina è una attività edilizia che necessità di permessi, verifica dei requisiti tecnici e costi importanti.

La moda attuale nella fase di progettazione ed edificazione di una piscina è quella di avere una cosiddetta infinity pool. Con questo tipo di piscina si può godere di un panorama suggestivo, dove l’acqua sembra un tutt’uno con l’orizzonte.

Una piscina di questo tipo si può costruire nei casi in cui si ha a disposizione un terrazzamento.

Ma quali sono i passi da seguire se vogliamo costruire una piscina nel nostro giardino o sul terrazzo?

Quali verifiche bisogna fare prima di costruire una piscina?

La prima verifica da fare è l’eventuale sussistenza di vincoli paesaggistici o storici.

In considerazione del fatto che molte aree della nostra nazione sono sottoposti a vincolo al fine di tutela ambientale o architettonica, per costruire una piscina dovrà essere richiesta preventivamente una autorizzazione agli enti preposti (Regione e Sovrintendenza).

Un’altra importante verifica da fare è la non sussistenza di vincoli idrogeologici nell’area di nostro interesse.

Quali permessi chiedere per la costruzione di una piscina

Questo tipo di opera, non rientra nell’edilizia libera e dunque è necessario fare tutte le pratiche necessarie presso il Comune, per ottenere il permesso di costruire.

Se il volume da costruire è inferiore al 20% della costruzione principale di cui è pertinenza, sarà sufficiente presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) a cura di un tecnico abilitato.

Se entro 30 giorni non saranno pervenute obiezioni, si potranno avviare i lavori di costruzione.

Gestione dei materiali di risulta

Se l’obiettivo è quello di costruire una piscina interrata, sarà necessario prevedere la gestione delle terre di scavo risultanti dalla preparazione del terreno che ospiterà la vasca.

Questo tipo di materiale, dev’essere considerato come un rifiuto da gestire adeguatamente.

Se lo scavo è sopra i 6000 metri cubi sarà necessario lo smaltimento presso una discarica autorizzata, altrimenti si potrà verificare il reimpiego del materiale per altri utilizzi.

Per non incorrere in multe e sanzioni, è necessario affidarsi ad una impresa specializzata per questo genere di gestione.

Quanto costa e quanto tempo occorre per la costruzione?

I prezzi per la costruzione di una piscina di 10×5 metri e un metro e mezzo di profondità è stimato in circa 25.000€, considerando in questa cifra anche la manodopera e il materiale.

Da punto di vista dei tempi, per erigere una piscina di questo tipo bisogna prevedere non meno di 15 giorni.