Da-a.it
Tutte le news dalla A alla Z ▻benessere, casa e web.

Infissi nuovi? Occhio ai vetri, il taglio cambia tutto

12

Capita spesso, soprattutto quando si acquista una nuova casa, di mettere a nuovo gli infissi, e il processo è pressoché sempre lo stesso: si va da un’azienda specifica, si sceglie il telaio dei nuovi infissi, il materiale, la forma, il colore, e non si presta mai attenzione al vetro.

Il massimo delle nostre preoccupazioni è fermo al se si tratti o meno di un vetro camera o no (questione di risparmio).

Come abbiamo sicuramente appreso nella nostra “carriera domestica”, il taglio del vetro (seppur in modo semi-professionale) viene fatto adoperando un piccolo taglierino detto “tagliavetro” (potete trovare alcuni sul sito weboot.it a questo link), ma ciò è vero quando bisogna tagliare piccole porzioni di vetro su superfici che sicuramente non saranno estese quanto gli infissi (a meno che non siate artigiani esperti).

Quando invece ci si trova di fronte a vetri imponenti e molto grandi, bisogna utilizzare macchinari industriali (ovviamente quasi unicamente elettrici).

Questi macchinari hanno differenti funzionamenti e agiscono secondo differenti tipologie di taglio. Nei paragrafi di seguito analizzeremo quali sono i tipi di taglio più frequenti e quelli con la migliore resa oltre che i differenti strumenti di taglio.

Taglio con abrasione

È il metodo che utilizza una sega per tagliare pezzi di vetro in modo rapido e preciso. Per questo, viene utilizzata una lama da taglio al tungsteno , polvere di diamante o una combinazione di entrambi. Esistono modelli di questo tipo di lama per tutti i modelli di seghe, siano essi a mano circolare, ad angolo o a seghetto alternativo. Questo metodo di taglio richiede un raffreddamento costante e il metodo più comunemente usato nel raffreddamento ad acqua. Questo metodo è ampiamente utilizzato nella produzione di mattoni di vetro, sculture o altri usi in cui il materiale ha uno spessore considerevole. Un’altra applicazione pratica è quella di ottenere anelli di vetro dal taglio di una bottiglia.

Tavoli da taglio

Esiste una grande varietà di tavoli progettati specificamente per tagliare il vetro. Alcune delle caratteristiche di questi tavoli sono le seguenti:

  • Consentono di regolare l’angolo di inclinazione, per garantire il comfort dell’operatore
  • Hanno guide meccaniche che dispongono di tagliavetri integrati, il che ci consente di abbassare i prezzi e agire velocemente
  • Hanno regolatori sui bordi e sugli accessori per separare i pezzi di vetro
  • I più sofisticati, hanno motori che consentono di spostare automaticamente le lame, effettuando tagli specifici prestabiliti

Taglio ad acqua

Il taglio del vetro tramite pressione dell’acqua è la tecnica utilizzata industrialmente per ottenere rapidi e precisi risultati. Il getto d’acqua ad alta pressione taglia il vetro e lo lascia perfettamente lucido e senza imperfezioni, senza dunque il bisogno di operare una rifinitura successiva. Per raggiungere questo obiettivo, un agente abrasivo viene introdotto nell’acqua, ciò contribuisce a consumare il materiale per poter separare i pezzi.

Viene utilizzato un getto d’acqua guidato a oltre 60.000 PSI. Il getto ha un’apertura compresa tra 1 e 2 mm. L’acqua è mescolata con una sabbia abrasiva che migliora il suo potere di taglio. Le macchine accettano progetti in CAD e altri programmi simili. Il taglio è automatico ed è possibile ottenere parti estremamente complesse in pochi secondi. Puoi tagliare tutti i tipi di vetro, incluso quello laminato, temperato e blindato. Poiché nel processo non viene utilizzato calore o altra fonte di energia, il materiale non viene sollecitato o danneggiato in alcun modo.

Taglio a laser

I sistemi di taglio laser hanno ormai ampiamente sostituito i processi meccanici descritti sopra. Ad esempio, il taglio meccanico del vetro deve necessariamente rispettare velocità molto basse per non causare alcun tipi di danno strutturale dovuto ad eventuali da microlesioni che creino piccole fessure, cosa che non accade con il laser in cui i tempi di taglio si riducono notevolmente. Oltretutto, i componenti meccanici impiegati nei tagli tradizionali impongono una manutenzione costante al fine di garantire una certa qualità dei componenti, altra cosa che con i macchinari laser avviene in maniera del tutto sporadica.

Sono i laser ad impulsi ultrabrevi queli più adatti al taglio del vetro, poiché con le loro intensità di picco molto alte permettono pochi problemi e garantiscono un’ottima qualità del taglio. Sorgente e guida del raggio sono i riferimenti da tener presente per valutare un buon dispositivo di taglio a laser.

A conti fatti, la migliore scelta dei parametri per il laser, come ad esempio l’energia dell’impulso, oltre che il parametro relativo alla frequenza di sovrapposizione e ripetizione dell’impulso, impedisce la formazione di microfessure e solleva da l’operatore dai successivi lavori di rifinitura.

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy